Attività PNSD

Workshop “La Rivoluzione Digitale a Scuola”

Nel pomeriggio del 12 dicembre 2016, presso il Plesso Centrale della Pestalozzi, nell’ambito del Piano Nazionale Scuola Digitale, si è svolto il Workshop “La Rivoluzione Digitale a Scuola”, promosso dall’Animatore Digitale ins. Maria Anna Tomaselli.

Durante la prima parte dell’evento, dopo i saluti e i ringraziamenti da parte del Dirigente Scolastico e la presentazione dei relatori a cura dell’Animatore Digitale, si è tenuto il primo intervento del Prof. Giuseppe Corsaro, proprio sulla tematica del workshop.

Nella seconda parte ogni docente, sulla base delle scelte indicate dagli stessi partecipanti in fase di registrazione, è stato coinvolto attivamente in due degli otto workshop tematici in programma, curati dai docenti relatori Giuseppe Corsaro, Giovanna Giannone Rendo, Giuseppa Maugeri, Maria Rita Seminerio, Giovanni Tandurella, Andrea Raciti, Alessandro Suizzo e Paolo Salanitri.

Sull’evento anche una pagina sul sito OrizzonteScuola: http://www.orizzontescuola.it/la-rivoluzione-digitale-a-scuola-di-workshop-in-workshop/

La Rivoluzione Digitale a Scuola

Locandina La Rivoluzione Digitale a Scuola

Workshop “La Rivoluzione Digitale a Scuola” – Istituto Omnicomprensivo Pestalozzi, Plesso Centrale, 12 dicembre 2016 ore 15;45 – 18;45

Si richiede la compilazione della scheda di adesione, reperibile attraverso il link: https://goo.gl/forms/MZw8eFqbdssoaa643 entro venerdì 9/12/ 2016. È possibile iscriversi a due laboratori in turni differenti. A tutti i partecipanti verrà rilasciato attestato di partecipazione.

Settimana Europe Code Week

CodeWeekLa quarta edizione della settimana europea della programmazione, Europe Code Week, si è tenuta dal 15 al 23 ottobre 2016. L’organizzazione dell’evento è finalizzata a coinvolgere, in modo divertente e ludico, i giovani ad un primo approccio al linguaggio informatico e ha interessato anche l’Istituto Omnicomprensivo Pestalozzi, dove la scuola dell’Infanzia e Primaria sono state protagoniste di alcune iniziative come: i percorsi motori per i più piccoli in compagnia di Hungry Birds  e il Maialino, sfide a “duello” con Cody Roby e corso base con Code.Org e presentazione di Scratch junior. Inoltre, il 20 ottobre, alle 11:30,  alcuni studenti e i loro docenti hanno partecipato in diretta streaming alla sfida di coding condotta  dal professore Bogliolo.

In attesa dell’ORA del CODICE, il  prossimo evento che si terrà tra il 5 e 11 dicembre 2016,  in alcune  classi di scuola dell’infanzia e primaria si stanno sperimentando attività unplugged volte allo sviluppo del pensiero computazionale.

Questi eventi rappresentano un’ occasione imperdibile di formazione per i bambini perché giocando a programmare si usa la logica, si acquisiscono metodi e procedure e si stimola la capacità di problem solving che non è finalizzata solo alla programmazione ma ad imparare ad affrontare i problemi quotidiani della vita.

Guarda il video al link: https://spark.adobe.com/video/0lvlm6HJQGPbz

CodeWeek

Locandina CodeWeek Pestalozzi 15-23 ottobre 2016CodeWeek alla Pestalozzi, dal 15 al 23 ottobre 2016: “Un passo dopo l’altro nella giusta direzione per trovare la soluzione in ogni occasione

 

Extra-day

Nell’ambito dell’iniziativa “EXTRA-DAY” realizzata il 21 maggio 2016, i genitori degli alunni che hanno partecipato al progetto “Un passo dopo l’altro”, curato dall’insegnante Maria Anna Tomaselli, si sono cimentati in una divertente sfida di coding.

Per una volta sono stati i bambini a guidare mamma e papà ad eseguire i percorsi di approccio alla programmazione e al linguaggio informatico attraverso la piattaforma educativa CODE.ORG

L’evento ha rappresentato un momento di condivisione e coinvolgimento della comunità scolastica nella realizzazione di una positiva cultura digitale, in linea con l’azione #28 del PNSD.

 

Lettere a Malala

Una riflessione sulle tematiche di intercultura, di diritti e teoria di genere è scaturita dalla vicenda che ha visto coinvolta Malala Yousfazai. Il diritto negato all’istruzione delle bambine in Pakistan è stato un utile confronto con la diversa realtà in cui vivono i nostri ragazzi che ha favorito maggiore consapevolezza sull’importanza dell’esperienza scolastica.

Gli studenti della 3a C di scuola primaria, guidati dalle insegnanti Maria Anna Tomaselli ed Agata Giuffrida, hanno realizzato un contenuto digitale con la piattaforma Padlet in cui hanno espresso con parole ed immagini le loro impressioni.

“CODING IN YOUR CLASSROOM, NOW!” ANCHE ALL’ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO “PESTALOZZI” DI CATANIA


Il mondo digitale non è più un mistero per gli alunni della classe seconda sez. D della scuola primaria che, accompagnati dalla loro insegnante Carmela Rita Lo Monaco,stanno effettuando un percorso che mira alla fruizione consapevole dei media digitali attraverso l’acquisizione del pensiero computazionale e la produzione creativa di oggetti digitali.

Il pensiero computazionale, costituito dalla combinazione di metodi caratteristici, quali analizzare e organizzare i dati del problema in base a criteri logici, automatizzare la risoluzione del problema definendo una soluzione algoritmica, generalizzare il processo di risoluzione del problema per poterlo trasferire ad un ampio spettro di altri problemi, e di strumenti intellettuali, quali confidenza nel trattare la complessità,  capacità di comunicare e lavorare con gli altri per il raggiungimento di una meta  comune o di una soluzione condivisa, è un processo mentale per la risoluzione di problemi in modo creativo ed efficiente.

Il modo più semplice e divertente di sviluppare il pensiero computazionale è attraverso la programmazione (coding) in un contesto di gioco.

Le attività sono state realizzate contestualmente alla frequenza del corso on-line per docenti “Coding in your classroom, now!” organizzato dal prof. Alessandro Bogliolo, dell’Università di Urbino. Gli alunni, oltre a svolgere le attività “unplugged“, stanno effettuando un percorso online di 20 ore su Code.org utilizzando i tablet. Il corso online consente agli alunni di entrare nei meccanismi del pensiero computazionale con uno sforzo iniziale molto basso e di procedere in maniera molto graduale, sviluppando progressivamente capacità di risolvere problemi e di perseverare nella ricerca di soluzioni.

La familiarità con la piattaforma di code.org ha stimolato, inoltre, gli alunni a partecipare all’iniziativa Codi-Amo, promossa dal MIUR. Usando obbligatoriamente l’ambiente di programmazione disponibile all’indirizzo “https://studio.code.org/s/course1/stage/16/puzzle/6” (sezione tecnologica), gli alunni hanno realizzato una storia (URL progetto https://studio.code.org/c/201409261).

Infine, venerdì 15 aprile c.a., gli alunni hanno seguito, con molto entusiasmo, in diretta una lezione del prof. Bogliolo costruendo insieme un gioco in Scratch, linguaggio di  programmazione visuale sviluppato al MIT Media Lab e reso disponibile online attraverso una piattaforma che consente a chiunque di creare e condividere veri e propri  programmi.

Ins. Carmela Rita Lo Monaco