Sport

Attività sportive

Sport di Classe anno scolastico 2015/16

Anche quest’anno, come da tradizione, l’Istituto Omnicomprensivo Pestalozzi ha preso parte al Progetto “Sport di classe”, in collaborazione con MIUR e CONI; l’iniziativa prevede che, in alcune ore di educazione fisica, l’insegnante di classe venga supportata da esperti esterni, in possesso di specifiche competenze; quest’anno hanno operato nel nostro istituto due esperte, Chiara Lombardo e Roberta Patanè. La manifestazione conclusiva del percorso progettuale, organizzata dalla docente Maria Piana, ha coinvolto tutti gli alunni di scuola primaria che si sono dati appuntamento nella palestra di viale Nitta per “scontrarsi” in campo davanti ai propri genitori; poiché l’argomento principe di quest’anno era il benessere, tutte le squadre hanno assunto come simbolo identificativo frutti ed ortaggi.

La manifestazione sportiva si è svolta in due tornate: lunedì 30 maggio a gareggiare sono stati gli alunni delle classi TERZE, QUARTE, QUINTE; la sfida agguerritissima li ha visti protagonisti di un gioco a squadre,un misto di rugby e pallamano, a tutto campo; a trionfare sono stati gli alunni delle classi III D – IVE – V C; in campo si è mantenuto un certo livello di correttezza e di sportività e non è certo mancato il tifo dei genitori che dalle gradinate supportavano i propri figli, non disdegnando anche consigli tecnici.

Lunedì 6, invece, a scontrarsi sono stati gli alunni delle classi PRIME e SECONDE che hanno dato il via ad una gara di “tris da terra” con cerchi e mattoni: a primeggiare in questa prima gara sono state rispettivamente I B e II D. Nella seconda sfida bisognava essere velocissimi nella staffetta a coppie tenendosi a braccetto e saltellando a piedi uniti; stavolta ad avere la meglio sono state la I A e la II E.

La manifestazione è stata allietata dal variegato sottofondo musicale passato alla consolle dalla mano sapiente dell’insegnante Guzzetta Orazio, che si mostra sempre disponibile a questo genere di collaborazione, così come le due giudici di gara, le insegnanti Di Carlo Carmela ed Elisa Furnari.

Se l’avvio di ciascuna gara prevedeva l’esecuzione dell’Inno di Mameli la conclusione prevedeva che tutti i bimbi fossero premiati con un attestato ed una medaglia di partecipazione; perché lo sport non deve necessariamente dividere ma può unire tutti in un unico gruppo che vive un momento di vita scolastica lontano dai banchi ma ugualmente importante per insegnare il rispetto delle regole, la sportività, la condivisione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Cerimonia di consegna delle borse di studio della VI edizione del progetto “Sport e legalità”

Consegna delle borse di studio progetto "Sport e Legalità"

Consegna delle borse di studio progetto “Sport e Legalità”

Il 17 dicembre 2015  si è svolta presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università di Catania la Cerimonia di consegna delle borse di studio della VI edizione del progetto “Sport e legalità”, alla presenza di tutti i rappresentanti delle Forze Armate e Forze di Polizia coinvolte nel progetto, nonché del Prof. Ignazio Russo, del Prorettore Prof.ssaAlessandra Gentile, del Presidente del CUS Luca Di Mauro e dell’Assessore all’Urbanistica del Comune di Catania Rosario D’Agata in rappresentanza del Sindaco Bianco.

Per la Pestalozzi destinatari di due delle trentaquattro borse di studio sono stati  Carmelo Gangi e Francesco Puglisi.

I due alunni destinatari delle borse di studio

I due alunni destinatari delle borse di studio

Sull’argomento: http://www.newsicilia.it/sport/consegnate-borse-studio-vi-edizione-progetto-sport-legalita/122102

Progetto Sport e Legalità 2014

L’I.C. Pestalozzi partecipa anche quest’anno al Progetto “Sport e Legalità“, organizzato dal Cus Catania e destinato agli alunni di tredici scuole secondarie di I grado col patrocinio delle forze dell’Ordine e delle Forze Armate.

Nel corso di una cerimonia pubblica sono state destinate delle borse di studio a tre nostri alunni, consegnate dal sindaco di San Pietro Clarenza Giuseppe
Bandieramonte.

consegna borse di studio sport e legalità

La consegna delle borse di studio

Lotta greco-romana all’I.C. Pestalozzi

Grande successo all’I.C. Pestalozzi dell’iniziativa della Fijlkam Catania, nell’ambito di un progetto elaborato dalla Sezione Didattica Sportiva dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Catania ed autorizzato dalla P. O. Attività Parascolastiche nella persona del responsabile dott. Silvano Contino; una collaborazione tra il Comune di Catania, la Fijlkam, il Cus Catania e alcune scuole della città di Catania, fra le quali l’I.C. Pestalozzi, per far conoscere agli alunni delle elementari e medie la nobile ed antica disciplina della lotta olimpica e per dimostrare che la lotta non è uno sport assolutamente violento come la stessa parola potrebbe far pensare.

foto di gruppo

Salvo Campanella e Salvo Di Dio con docenti e alunni dell’I.C. Pestalozzi (Foto: La Sicilia)

Gli alunni dell’Ic Pestalozzi che hanno partecipato alla giornata conclusiva al Centro Federale Fijlkam sono: Marianna Ramaci, Giulia Sciuto, Melany Ferlito, Morena Lanzafame, Claudio La Magna, Orazio Guerino, Marcello Viglianesi, Grazia Seminara, Salvatore De Fini, Kevin Bonanno, Federica Munzone, Alessia Toscano, Erika Pusillico, Giuseppe Caiolo, Gabriel Bua, Leonardo Cacciola, Nunzio Calcagno, Erika Canuto, Giulia Costa, Giuseppe Costanzo, Eleonora D’Antoni, Federica Gilletti, Flavio Leanza, Natalie Nicotra, Syria Alba Patti, Maria Grazia Peluso, Alessio Platania, Giulia Rinaldi, Giovanni Spanò, Jennifer Stancanelli, Gaetano Castorina, Carmelo Cunsolo, Samuele Riela, Giovanni Davide Scirè Risichella, Marik Consoli, Lorenzo D’Urso, Giorgia La Piana, Michael Messina, Roberta Mirabella, Fabrizio Salemi, Martina Sottile.

lotta greco romana lotta greco romana
lotta greco romana lotta greco romana

Finale di calcetto progetto “Sport e Legalità”

La consegna della coppa alla finale del progetto Sport e Legalità

Il 12 febbraio 2014, presso le strutture sportive del Centro Universitario Sportivo, si è concluso il torneo di calcetto a cinque relativo al progetto “Sport e Legalità“. Si sono svolti due gironi di andata e ritorno per ciascun girone, dove dodici scuole della provincia di Catania si sono scontrate in più gare.

Il nostro Istituto, dopo un avvio a rilento, è riuscito ad approdare alla finale, al termine di una strepitosa gara con l’Istituto DUSMET/DORIA, vinta dal nostro Istituto ai rigori.La finale si è disputata lo stesso giorno e ha visto in campo gli alunni del nostro Istituto e quelli dell’I. C. “NOSENGO” di Gravina di Catania. Anche questa è stata una gara all’ultimo respiro: i nostri alunni hanno segnato il gol del pareggio all’ultimo secondo e anche questa gara, come la precedente semifinale, si è conclusa ai rigori. Il nostro Istituto ha così  meritatamente conquistato il secondo posto.

Un “bravo” a tutti i nostri alunni che hanno dimostrato senso sportivo e lealtà nel rispetto delle regole, dimostrando ancora una volta che lo sport è quel mezzo che insegna ai ragazzi un ottimo modello di vita!

Prof. Antonio Guadagnino

Il prof. Guadagnino riceve i complimenti per il successo della squadra

I ragazzi sfilano al termine della gara

Un momento della partita (foto CUS Catania)

Le squadre in azione (foto CUS Catania)

Un gol della semifinale (foto CUS Catania)

I rigori (foto CUS Catania)

Lotta greco-romana alla palestra di Viale Nitta

La dimostrazione alla palestra di Viale Nitta

Giorno 24 ottobre 2013 presso la palestra di Viale Nitta si è svolta una dimostrazione di lotta greco romana; è stato presente il maestro Campanella campione olimpico e campione del mondo più volte in questa disciplina oltre che il presidente di commissione sport al comune di Catania, dott. Salvo Giuffrida.

Dopo un’introduzione del prof. Guadagnino su quanto sia importante lo sport in genere e in particolare la pratica della lotta, in quanto lui stesso maestro di judo, il maestro Salvatore Campanella ha illustrato il progetto finalizzato alla pratica della lotta, in collaborazione col comune di Catania.

Si sono cimentati poi alcuni suoi atleti e anche due nostre alunne che praticano questa disciplina.

Giovanissimi atleti dimostrano la loro abilità tecnica

Si può iniziare l’attività a solo quattro anni, infatti abbiamo visto l’esibizione di una piccola atleta di solo sette anni che hanno dimostrato già doti atletiche e acrobatiche.

La manifestazione/dimostrazione si è conclusa con il coinvolgimento di tutti i nostri alunni della scuola secondaria di primo grado e sopratutto della primaria sul tappetone.

Il maestro Campanella ha spiegato che la pratica dello sport è un mezzo utile per combattere il bullismo e un mezzo perché possa diventare anche trampolino per un futuro lavorativo; tutte le forze armate infatti prendono in considerazione tutti gli atleti e i migliori vengono assunti nei gruppi sportivi; il maestro Campanella, infatti, è un maresciallo della guardia forestale.

La dimostrazione ha creato interesse e curiosità in tutti i nostri alunni dai più piccoli ai più grandi e per questo ci si augura che tale attività possa essere inserita fra le attività sportive di spicco che si svolgono presso il nostro Istituto come ad esempio il rugby.